pagina in allestimento

 

Più di 800 anni fa, nel sud della Francia vi erano diversi gruppi di donne che vivevano insieme,

nel desiderio di condurre una vita autentica ispirata al Vangelo. Avevano aderito a una nuova religione, quella proposta dai predicatori catari,

che dopo le Crociate erano venuti in Francia dal medio Oriente.

Essi proponevano una predicazione e una condotta di vita improntate dal distacco dai beni materiali.

Quindi si presentavano come persone povere, ascetiche e rigorose, molto critiche nei confronti degli uomini di Chiesa.

Essi fecero molta presa sui diversi strati della popolazione,

dai nobili agli artigiani e ai contadini e diedero vita a una vera e propria chiesa parallela, con i propri vescovi e diaconi.

Diverse donne furono affascinate da queste nuove dottrine

perché davano loro la possibilità di sganciarsi dalle incombenze tradizionali legate alla famiglia

e dalle lotte sanguinose che spesso vedevano coinvolti i loro fratelli, mariti e figli.

Alcune di loro avevano dunque deciso di vivere insieme.

Nella loro casa accoglievano i predicatori catari e ascoltavano le loro dottrine,

educavano le fanciulle a questa nuova religione e si dedicavano a una vita particolarmente rigorosa.

Dopo aver percorso un itinerario di purificazione ricevevano il consolamentum una specie di sacramento

che le consacrava a tutti gli effetti come delle perfette

(era questo il nome ufficiale con cui i catari indicavano i loro membri migliori).

Joomla templates by a4joomla
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su " Leggi l'informativa ".
Chiudendo, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.